logo GamerClick.it


    -

    È uno dei migliori (se non il miglior) harem che io abbia mai visto. E lo dice uno che solitamente non va affatto pazzo per questo genere.

    Il primo punto di forza che mi viene in mente è la trama: poco dopo l'inizio della storia, viene contestualizzato il motivo per cui tutte quelle ragazze sbavano per il protagonista, e ciò aiuta a cancellare quella sensazione di confusione che solitamente suscitano gli harem. Per il resto non è nulla di mindblowing,... [ continua a leggere]
    -

    È un anime invecchiato come il vino buono. È una storia avvincente piena di azione e di spunti di riflessione; il tutto con un po' di dramma a fare da contorno. Dato che la serie non è più giovanissima, i disegni in certe scene possono risultare lievemente "ruvidi", ma a mio parere mai di bassa qualità, anzi... per dire, le scene d'azione, nonostante non siano molto cinematiche, ci stanno comunque, avendo una discreta fluidità. La colonna sonora mi... [ continua a leggere]
    -

    Prima stagione carina, ma non spaziale: sembra a tutti gli effetti una stagione introduttiva al cast, in cui si incontrano i personaggi principali, più qualche extra, e si indaga un pochino sul loro carattere e sulle storie che li caratterizzano. Ma, a parte un paio di archi narrativi dove sembra essersi praticamente chiuso il cerchio, mancano ancora un mucchio di dettagli su quello che pare il filone principale della storia, ovvero il rapporto fra... [ continua a leggere]
    -

    Alla fine della visione di questo anime, i dubbi morali rimangono molti... si può dire tutto tranne che non dia da pensare. La storia è appassionante ed è stata così lunga che è di difficile valutazione... ma ci proviamo snocciolando i punti cardine.

    Trama: 10. Una grossa fetta della storia gira intorno al semplice concetto della vendetta, ma non mancano situazioni di complessa geopolitica che spingono anche lo spettatore più pigro (sono colpevole)... [ continua a leggere]
    -

    Questa è la maxi-storia di come la mia vita cambiata, capovolta, sottosopra sia finita; seduta su due piedi qui con te, ti parlerò di Violet, il cyborg di Gilbeeert... scherzi a parte, questo è il racconto di come un cyborg ha sviluppato i sentimenti di un essere umano. Ok, no, ora sono serio... ho appena finito il tredicesimo episodio e devo scherzare in qualche modo, per scacciare la malinconia.

    Partiamo dicendo subito che il format in generale... [ continua a leggere]

    8.5/10
    -

    Questo anime che a una prima occhiata da lontano pare qualcosa di leggero e spensierato, a mio parere si rivela presto più vicino al genere thriller che ad altro. Nel corso della storia vengono trattati diversi temi, ma l'elemento che a mio parere spicca di più è l'analisi di come le bugie e la recitazione siano presenti nella nostra società e, in particolare, nello show biz. Spicca anche una forte critica sia implicita che esplicita alla tossicità... [ continua a leggere]
    -

    I protagonisti sono di una dolcezza incredibile, ma col passare di vari episodi è emersa una certa staticità nei tratti di certi personaggi. Per esempio, la ripetitiva gag in cui lui pronuncia frasi imbarazzanti fraintendendo il contesto e facendo arrossire lei ha perso progressivamente il suo effetto, diventando piuttosto prevedibile e quasi stancante nel lungo periodo. Fortunatamente, alla lunga, alcuni segni di sviluppo caratteriale cominciano... [ continua a leggere]
    -

    La trama è abbastanza banale ma risulta a suo modo "efficace" regalando emozioni che non è facile tirare fuori in soli sei episodi.
    La situazione personaggi è abbastanza indecifrabile: il carattere di alcuni mi è piaciuto molto più di altri, ma mi è sembrato che fossero abbastanza ben scritti, o almeno nei limiti che una storia così breve possa concedere... con alcune eccezioni, ad esempio mi è sembrato che un paio di personaggi siano stati inseriti... [ continua a leggere]
    -

    Il racconto della vita dell'attrice Chiyoko si intreccia con la trama dei suoi stessi film, creando una fusione bizzarra in cui si inserisce la giocosa interazione fra intervistatore e intervistata, con buona pace del povero cameraman. La regia di Kon si riconferma garanzia di qualità sia visiva che narrativa. Questa storia lascia il cuore colmo di gioia e malinconia, in buona parte grazie all'ultima battuta, che aggiunge un nuovo fondamentale punto... [ continua a leggere]
    -

    Ogni episodio di questa serie presenta una o due storie distinte, e il concetto di base è quasi sempre affascinante. Tuttavia, devo ammettere che il modo in cui quasi tutte queste storie si concludono bruscamente mi ha lasciato l'amaro in bocca.
    I personaggi in questa serie tendono a rientrare in tre categorie principali: 1) codardi/ingenui, 2) insensibili/cinici e 3) psicopatici. La brevità delle storie finisce fisiologicamente per limitare le sfaccettature... [ continua a leggere]
    -

    Serie davvero molto, molto carina.

    Protagonisti piuttosto bizzarri e simpatici, soprattutto lei.
    Il protagonista è, come al solito, leggermente affetto da incapacità di afferrare i sentimenti altrui, ma rimedia con le proprie azioni dimostrandosi (a volte) più diretto del vostro canonico main character da rom-com. Lei è semplicemente adorabile e, con tutte le sue stranezze, riesce contemporaneamente a reggere gran parte degli elementi comici della... [ continua a leggere]
    -

    Questa seconda stagione mi ha colpito come la prima, ma in maniera diversa.
    A mio parere viene un po' meno il fascino scaturito dai paesaggi e dalle ambientazioni, che mi sono sembrate meno epiche della stagione precedente. Discorso simile per i nuovi personaggi e creature, che nella prima stagione spesso parevano uscire fuori da qualche bestiario medievale, mentre qua, nella gran parte dei casi, sembrano usciti fuori da una fiaba per psicopatici.... [ continua a leggere]