logo GamerClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

"Super Mario Galaxy", nonostante sia un platform del 2007, ancora oggi mantiene un certo fascino e lo si potrebbe facilmente confondere con giochi usciti recentemente.

La storia sembra partire, apparentemente, dalle solite premesse, che contraddistinguono questa serie. In relatá, si notano degli elementi di novità, in quanto in "Galaxy" il rapimento di Peach non è altro che un espediente per coinvolgere, nelle vicende, il nostro idraulico preferito. In questo capitolo, il vero obiettivo dell'antagonista, Browser, si estenderá alla conquista dell'intero universo, sfruttando il potere delle Megastelle per portare a termine i suoi loschi piani. Nel corso della nostra avventura incontreremo Rosalinda, che ci aiuterà a recuperare le varie stelle disperse nelle numerose galassie presenti nell'opera, ospitandoci nell'Osservatorio Cometa. Una volta ripristinato il motore, l'Osservatorio fungerá de navicella e permetterà a Mario di raggiungere il centro dell'universo e salvare Peach.

Non avevo grandi aspettative per quanto concerne la trama di questo titolo, ma ho dovuto ricredermi. Addirittura, considererei "Galaxy" come il "Super Mario" con la migliore narrazione della serie. In primo luogo, vanta uno dei pochi personaggi, forse l'unico, con un propria lore, nonché Rosalinda. Inoltre ho visto molte analogie con "Il Piccolo Principe", che hanno permesso all'opera di toccare corde molto delicate. In secondo luogo, il finale è imprevedibile e estremamente maturo. Una conclusione, che potrebbe anche commuovere il giocatore più sensibile, nonostante si intravede un barlume di speranza e di rinascita.

Tuttavia le scene che vanno a descrivere il passato di Rosalinda non invadono il gameplay, che, in ogni caso, prevale sulle scene narrative. Quest'ultimo, però, risulta molto piacevole, grazie all'ottimo level design sempre vario e originale. Anche se in rari casi ci sono dei livelli simili ad altri, questi presentano una difficoltà maggiore, sfruttando le abilità acquisite nei livelli più facili. Effettivamente, nel gioco si alternano livelli molto semplici e altri piuttosto complessi, che richiedono molta pazienza nel completarli. Nonostante ciò, è possibile completare il videogioco anche senza ottenere tutte le stelle disponibili, permettendo al giocatore meno esperto di raggiungere il finale più velocemente. Per quelli, più navigati, sarà possibile prolungare l'esperienza di gioco nella ricerca di ben 120 stelle. Una volta raggiunto questo traguardo si sbloccherà una scena extra, dopo i titoli di coda, e la probabilità di iniziare una nuova partita nei panni di Luigi.

"Super Mario Galaxy" è senza dubbio un capolavoro nel suo genere, che si distacca fortemente dai i suoi predecessori, grazie ad una narrazione poco prevedibile, che sfocia in un finale maturo e toccante. Inoltre è uno dei pochi capitoli del franchise con un personaggio memorabile e indimenticabile del calibro di Rosalinda. In conclusione, non posso che consigliare vivamente "Super Mario Galaxy" agli amanti del platform, ma soprattutto a chi è alla ricerca di un'esperienza videoludica originale e particolare.